Blog

Come abbattere i costi delle bollette?

abbattere e abbassare costi bollette

Nel nostro Paese il mercato dell’energia elettrica è stato liberalizzato dal 1 luglio 2007 ma, per un paradosso tutto italiano, le bollette non sono calate. Negli ultimi cinque anni le famiglie italiane hanno infatti visto crescere del 24,22% i costi (tasse incluse) per l’utilizzo dell’energia elettrica a fini domestici: si è passati da 0,1943 euro per kWh del 2010 a 0,2413 euro per kWh del 2016. (FONTE Affaritaliani.it).

In quest’ottica possiamo sicuramente darvi qualche consiglio generico su come risparmiare energia: preferire elettrodomestici di nuova concezione, spegnere tutti gli apparecchi elettronici, chiudere porte e finestre quando si accende il riscaldamento, non far scorrere acqua inutilmente, sono sicuramente delle buone abitudini, ma l’unico modo per continuare a usufruire dei servizi di cui abbiamo necessità e, perchè no, di qualche comfort, senza essere ossessionati dai consumi e senza far carico sui costi delle bollette è l’installazione di un impianto da fonti di energia rinnovabile. Ormai sono tante le tecnologie a disposizione che ci possono aiutare in questo senso: solare fotovoltaico, solare termico e termodinamico, accumulo elettrico e termico, microeolico, biogas. Col passare del tempo, lo sviluppo di nuove tecnologie per gli impianti appena citati,  ha ridotto drasticamente l’investimento iniziale da sostenere. Ma non finisce qui! A disposizione dell’utente vi sono diverse forme di finanziamento che favoriscono ancor di più l’installazione degli impianti: bandi della comunità europea per il reperimento fondi e detrazioni fiscali in primis. Ci occuperemo nei prossimi articoli di descrivere nel dettaglio i diversi tipi di impianto e in che modo possono aiutarci a continuare a vivere nel benessere a basso costo.

Tags: